■■■

Lista di notizie

■■■■■■■■■

Pubblicazioni del 02/01/16 (Archivio)

Polacchi assaltano immigrati ucraini con mazze da baseball, coltelli e tirapugni
Archivio

Polacchi assaltano immigrati ucraini con mazze da baseball, coltelli e tirapugni

Łódź (Polonia), 1 Febbraio (New Day – Italia, Vsevolod Gnetii) – Un gruppo di cittadini polacchi ha assaltato un ostello nella cittadina di Kutnie (provincia di Łódź) dove si alloggiano 120 immigrati ucraini impiegati da imprese e aziende locali.

Gli assalitori, in passamontagna, erano armati di coltelli, mazze da baseball e tirapugni.

Ne dà l'annuncio il canale televisivo polacco tvn24.pl, specificando, che un cittadino ucraino, 39enne Oleh, è stato colpito con una mazza da baseball in testa ed è stato ricoverato all'ospedale locale.

Krzysztof Kopania, della Procura locale di Kutnie, ha comunicato che 6 persone sono state fermate dalle forze dell'ordine, mentre un uomo è stato bloccato dagli ucraini. Tutte e sette rischiano fino a 5 anni di reclusione per atti di teppismo e aggressione a sfondo xenofobo.

Tra residenti locali polacchi non c'è unanimità di vedute sull'accaduto. Una donna mette alla gogna gli aggressori:

– E' una vergogna! Noi emigriamo in massa per lavorare all'estero, ma prendiamo a sassate quelli che vengono qua per guadagnarsi una pagnotta...Tre giorni prima di questo assalto 3 ucraine, che andavano a fare la spesa, sono state accolte con una sassaiola. Non hanno sporto denuncia, dicendo «non serve a nulla, tanto sarebbe insabbiata»...

Gli uomini, immigrati ucraini, forniscono un'altra versione: "non denunciamo perché non vogliamo irritare i polacchi; siamo ospiti qui, e quale ospite denuncia il padrone?"

Molti ucraini, dopo l'aggressione, hanno fatto le valigie per far ritorno in patria. Il ragionamento è semplice: meglio rimanere senza soldi anziché con soldi, ma con la testa fracassata.

Altri residenti polacchi, dietro l'anonimato hanno commentato l'accaduto:

– Non mi meraviglio affatto per ciò che era accaduto. Se continua così in breve uno su due residenti locali (la cittadina di Kutnie conta 50 mila abitanti) sarà ucraino.

– Ognuno ha bisogno di lavorare, ma loro (i.e. ucraini) lavorano per metà busta paga regolare. Che se ne vadano a casa loro, da dove sono venuti!

New Day: Polacchi assaltano immigrati ucraini con mazze da baseball, coltelli e tirapugni

Polonia per polacchi! – la scritta su un muro di fronte all'ostello dove s'alloggiano immigrati ucraini

Intanto tre settimane prima dell'aggressione di fronte di fronte all'ostello sono apparse le scritte ingiuriose contro gli ucraini e uno slogan "Polonia per polacchi!"

© 2016, «New Day – Italia»

Tags

Rubriche

/ / / / / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2018. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2018. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter