■■■

Costume e società

■■■■■■■■■

Pubblicazioni del 01/03/17 (Archivio)

In Russia si vuole far diventare a pagamento la pesca amatoriale / I pescatori sono ovviamente contrari
Archivio

In Russia si vuole far diventare a pagamento la pesca amatoriale I pescatori sono ovviamente contrari

Il Consiglio della Federazione per le politiche agrarie e alimentari e lo sfruttamento delle risorse naturali della Russia ha presentato la proposta di far diventare la pesca amatoriale a pagamento.

Secondo quanto riferito dai senatori, l'importo potrebbe essere di circa 5 euro all'anno per ciascun pescatore. Sarebbe poi opportuno esentare dal pagamento i bambini e i pensionati. Con i soldi incassati si potrebbero immettere nuove risorse ittiche nei bacini idrici.

Al Consiglio della Federazione ritengono che lo stato attualmente non garantisca la riproduzione delle risorse ittiche in misura adeguata. E la vendita di tessere per la pesca aiuterebbe a risolvere questa situazione. Con i fondi ricevuti dalla pesca amatoriale le autorità potrebbero garantire la guardia dei bacini idrici e l'immissione degli avannotti.

Da notare che di tentativi di far diventare la pesca amatoriale a pagamento ne sono stati fatti a più riprese dai funzionari russi. Alla fine del 2010, ad esempio, l'Agenzia federale per la pesca aveva esercitato pressione per far approvare una serie di emendamenti alla legge federale «Sulla pesca e la salvaguardia delle risorse biologiche idriche», secondo i quali in una parte dei bacini idrici della Russia la pesca sarebbe diventata a pagamento.

I funzionari allora avevano assicurato che a pagamento sarebbe diventato solo lo 0,1% di tutte le superfici adatte alla pesca e che tutte le altre sarebbero rimaste gratuite e accessibili a tutti. Tuttavia, dopo che l'ente ebbe messo in palio tramite dei concorsi per gli imprenditori quasi 6.500 aree di fiumi, laghi e bacini idrici per organizzarci la pesca sportiva e amatoriale, il paese fu percorso da un'onda di protesta.

In seguito a questo episodio, il primo ministro Vladimir Putin introdusse una moratoria ai concorsi per l'assegnazione delle aree per l'organizzazione della pesca a pagamento e inoltre diede disposizione di preparare e presentare alla Duma di stato degli emendamenti alla legge sulla pesca in modo da ridurre al minimo le aree destinate alla «pesca commerciale».

Mosca, Zoja Oskolkova

© 2016, «New Day – Italia»

Tags

Rubriche

/ / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2018. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2018. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter