Pubblicazioni del 03/08/17 (Archivio)

In Russia s'introducono nuove norme per il lavoro delle donne / Più sole per le donne in gravidanza e un locale per allattare i neonati
Foto: zakonimy.ru
Archivio

In Russia s'introducono nuove norme per il lavoro delle donne Più sole per le donne in gravidanza e un locale per allattare i neonati

L'Autorità di controllo per la tutela dei diritti dei consumatori e per il benessere delle persone della Federazione russa ha rivisto i requisiti delle condizioni di lavoro delle donne. Le precedenti regole erano state stabilite più di 20 anni fa. D'ora in poi le donne incinte potranno lavorare solo con illuminazione naturale e per le madri con lattanti i datori di lavoro saranno tenuti ad allestire un apposito locale per l'allattamento. Gli esperti sono convinti che la maggior parte delle aziende operanti nel paese se ne infischierà delle nuove norme.

Il documento «Requisiti epidemiologico-sanitari per le condizioni di lavoro delle donne» tiene conto di tutte le modifiche introdotte nella legislazione russa a partire dal 1996, anno in cui furono approvati gli attuali requisiti igienici, scrive il giornale «Izvestija». Le nuove norme sul lavoro femminile diventeranno ora conformi agli standard dell'Organizzazione mondiale della sanità, dell'Unione europea e dell'Organizzazione internazionale del lavoro.

Le nuove regole in primo luogo obbligano il datore di lavoro ad avvisare le donne, al momento dell'assunzione, sui possibili rischi per la salute, anche a livello riproduttivo. Per la violazione di tali norme sono previste sanzioni disciplinari, amministrative e penali.

Un punto del documento è dedicato in special modo alle donne in gravidanza, alle quali le aziende devono garantire la possibilità di lavorare con illuminazione naturale. Secondo l'opinione dei medici, la «carenza di luce» influisce significativamente sulla salute delle donne in attesa e può avere effetti negativi sia sulla madre sia sullo sviluppo del feto. Il documento non specifica però in che modo esattamente il datore di lavoro dovrà far rispettare questa norma, ad esempio in inverno, quando in alcune zone del paese la luce del sole non la si vede per mesi interi.

Nel documento si parla inoltre del lavoro delle donne incinte al computer. D'ora in poi le future mamme non dovranno trascorrere davanti al computer più di tre ore al giorno. Se il lavoro di una donna prevede più tempo da passare in presenza dei campi elettromagnetici emessi dai calcolatori elettronici, la ditta sarà tenuta ad assegnarle un'altra mansione mantenendo il suo stipendio medio.

I nuovi requisiti tengono poi conto degli interessi delle madri con bambini fino a un anno e mezzo di età. L'ente invita a obbligare i datori di lavoro ad allestire appositi locali per l'allattamento con tutte le attrezzature necessarie: tavoli per la fasciatura, lavandino, acqua calda e fredda. Uno dei principali motivi consiste nel fatto che alcune aziende dispongono già di queste stanze. Di contro gli esperti ritengono che in tal modo le autorità privano le donne della possibilità di crescere il proprio piccolo a casa.

Attualmente le donne russe non usufruiscono dei diritti già esistenti e difficilmente avranno accesso ai benefici previsti dalle nuove norme, ritengono gli esperti del lavoro. Di fatto le nuove norme rimarranno solo sulla carta. È anche possibile che le grandi aziende si atterranno alla legge, a differenza della stragrande maggioranza delle altre. Anche perché in Russia praticamente non succede mai che gli organi di controllo rinviino a giudizio i datori di lavoro per la violazione delle norme sul lavoro.

Mosca, Zoja Oskolkova

© 2017, «New Day – Italia»

Rubriche

/ / / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2020. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2020. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter