■■■

Costume e società

■■■■■■■■■

Pubblicazioni del 07/10/15 (Archivio)

L'esercito ucraino, l'armata Brancaleone, svende equipaggiamento militare donato da volontari / I militari straccioni smerciano elmetti e giubbotti antiproiettile per far campare le loro famiglie
Archivio

L'esercito ucraino, l'armata Brancaleone, svende equipaggiamento militare donato da volontari I militari straccioni smerciano elmetti e giubbotti antiproiettile per far campare le loro famiglie

I coscritti dell'esercito ucraino sono costretti a vendere l'equipaggiamento, acquistato con i soldi raccolti dai volontari nel corso di una campagna di crowdfunding (finanziamento collettivo) durata sei mesi su tutto il territorio sotto il controllo del governo centrale. Secondo i militari di leva, reclutati per l'impiego nella cosiddetta operazione antiterrorismo che Kiev sta conducendo nel Donbass, i soldati smerciano elmetti e giubbotti antiproiettile per mantenere le proprie famiglie.

Gli annunci di vendita di vari oggetti dell'equipaggiamento in dotazione alle Forze Armate ucraine (elmetti, giubbotti antiproiettile, kit di pronto soccorso) si diffondono a macchia d'olio in rete. I venditori, autori di questi messaggi, spiegano di essere costretti a vendere i doni dei volontari a causa di una difficile situazione economico-finanziaria in cui versano le loro famiglie. Un elmetto militare costa 60 euro, mentre per un kit di pronto soccorso con il contenuto quasi integro bisogna sborsare circa 70 euro.

I volontari che per mesi hanno raccolto i fondi per l'acquisto dell'equipaggiamento, ora venduto pezzo per pezzo sulle aste online, sollevano le braccia in segno di resa. I militari ucraini non sono penalmente perseguibili per la vendita degli oggetti donati.

Oggigiorno gli enti di beneficienza cercano di marcare ogni singolo oggetto donato e di schedarlo, ma i soldati delle Forze Armate ucraine ricorrono a degli espedienti, riuscendo ad alzare il prezzo i giubbotti antiproiettile con un «numero esclusivo», e dopo la vendita delle «bazzecole» come i kit di pronto soccorso ed elmetti, si accingono a passare alla vendita di «roba più seria» come termovisori.

Kiev, Ekaterina Rudnik, Vsevolod Gnetii

© 2015, «New Day – Italia»

Tags

/

Rubriche

/ / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2018. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2018. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter