Pubblicazioni del 08/07/15 (Archivio)

I militari ucraini hanno stroncato sul nascere la campagna per uguaglianza gender (FOTO) / La battaglia contro la discriminazione delle minoranze sessuali è durata soltanto due giorni
Archivio

I militari ucraini hanno stroncato sul nascere la campagna per uguaglianza gender (FOTO) La battaglia contro la discriminazione delle minoranze sessuali è durata soltanto due giorni

Nella città ucraina di Zaporozhye la campagna contro la discriminazione delle minoranze sessuali, lanciata dalla Onlus (organizzazione senza scopo di lucro) Genderz, è durata...soltanto due giorni. Certamente rispetto al Gay Pride di Kiev, dove 300 partecipanti sono riusciti a percorrere in mezz'ora 500 metri per poi disperdersi (su invito e suggerimento della sempre premurosa polizia ucraina che doveva proteggerli) è già un gigantesco balzo in avanti...

Il tema principale della campagna a favore dell'identità e uguaglianza gender era l'amore, ciò che, secondo il concetto degli organizzatori e dei promotori, «deve unire tutte le persone, indipendentemente dall'età, sesso, colore della pelle, religione, credo politico e orientamento sessuale».

L'obiettivo dichiarato era quello di dimostrare agli abitanti di Zaporozhye che l'amore è il sinonimo di «unire» e non «dividere».

Ahimé! Hanno dimenticato il famoso slogan politico di Vladimir Lenin: «Prima di unirsi bisogna definitivamente dividersi!".

Il leader del proletariato mondiale aveva ragione: i militari della 55-esima brigata distaccata d'artiglieria delle Forze Armate dell'Ucraina acquartierati a Zaporozhye...hanno preso a cannonate la comunità LGBT, e con essa uguaglianza gender e l'amore (di un certo tipo).

New Day: I militari ucraini hanno stroncato sul nascere la campagna per uguaglianza gender (FOTO)

Comandante della 55-esima brigata distaccata d'artiglieria delle Forze Armate ucraine di stanza a Zaporozhye colonnello Serghej Brusov

L'avvio della campagna antidiscriminatoria riguardante le minoranze sessuali era preceduto dalla diffusione delle gigantografie con le immagini di entrambi sessi che predicavano l'amore vincente sull'odio.

New Day: I militari ucraini hanno stroncato sul nascere la campagna per uguaglianza gender (FOTO)

Poster delle minoranze sessuali a Zaporozhye in Ucraina

New Day: I militari ucraini hanno stroncato sul nascere la campagna per uguaglianza gender (FOTO)

New Day: I militari ucraini hanno stroncato sul nascere la campagna per uguaglianza gender (FOTO)

New Day: I militari ucraini hanno stroncato sul nascere la campagna per uguaglianza gender (FOTO)

New Day: I militari ucraini hanno stroncato sul nascere la campagna per uguaglianza gender (FOTO)

Gli artiglieri ucraini, che si sono dati alle gambe, scappando dall'aeroporto di Donetsk, non riuscendo a reggere all'impatto dell'offensiva lanciata dai miliziani delle autoproclamatesi repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, hanno dimostrato davvero invidiabile "lo spirito di corpo e alto valore militare e morale", lanciando un'offensiva...contro i loro compatrioti ucraini-gay.

Il comunicato ufficiale Onlus Genderz difatti recita: «Dopo le lamentele (degli artiglieri) il comando dell'unità militare (la 55-esima brigata distaccata d'artiglieria delle Forze Armate dell'Ucraina) si è rivolto alla Onlus Genderz con la richiesta di togliere le gigantografie esposte nelle vicinanze delle caserme della brigata d'artiglieria. Noi siamo venuti incontro a questa richiesta, rendendoci conto che i poster sono provocatori per il pubblico ucraino".

Non è chiaro il motivo per cui i militari ucraini hanno preteso la rimozione dei poster che propagandano l'amore. Un'ipotesi è che abbiano avuto paura di cedere alla tentazione, di essere contagiati dall'orientamento sessuale minoritario e di essere inquadrati nella comunità LGBT locale.

Bisogna tenere in mente che il presidente statunitense Barack Obama (l'alleato principale dell'Ucraina guidata da Petro Poroshenko) ha spalancato la porta del Pentagono ai militari gay e transessuali. Anche i matrimoni tra le persone dello stesso sesso negli USA ormai è legge nazionale.

Vista la cooperazione militare ucraino-statunitense molto stretta, il cui apripista erano le esercitazioni congiunte Usa-Ucraina denominate «Rapid Trident» al Centro di sicurezza e peacekeeping di Yavoriv nella regione di Leopoli, sorge una legittima domanda: resisteranno i valorosi militari «macho» ucraini al fascino dei loro colleghi gay e trans statunitensi?

Trovandosi in una comune camerata o sotto la stessa tenda? E se (non sia mai!) si dovessero invaghire un militare a stelle e strisce e quello giallo-blu dello stesso sesso, o uno dei quali è trans? E seppoi facessero pure una promessa di matrimonio, con l'intento di registrare le nozze negli USA?

Come reagirebbero i comandi militari ucraini?

Per ora però bisogna costatare il fallimento della campagna di sensibilizzazione sulle questioni di uguaglianza gender nei confronti dei militari ucraini da parte della Onlus Genderz.

Forse in futuro le onlus ucraine dovrebbero provare le azioni più incisive. Viene in mente una proposta lanciata dal giornalista italiano Alfonso Signorini, direttore della rivista patinata di gossip Chi e gay dichiarato.

In risposta a una filippica anti-gay dell'allora presidente del Consiglio dei ministri Silvio Berlusconi, Signorini ha detto che l'ex cavaliere si sbagliava e che ci penserebbe lui stesso a «correggere» il suo orientamento sessuale, regalandogli il manuale per autodidatti «Come diventare gay in cinque settimane», di Claudia Mauri (Edizioni Melampo).

New Day: I militari ucraini hanno stroncato sul nascere la campagna per uguaglianza gender (FOTO)

Chissà cosa succederebbe in cinque settimane nelle caserme della 55-esima brigata distaccata d'artiglieria delle Forze Armate dell'Ucraina (e non solo!) qualora Onlus Genderz distribuisse le copie personalizzate del suddetto manuale alla truppa...

Zaporozhye, Vsevolod Gnetii

© 2015, «New Day – Italia»

Tags

/

Rubriche

/ / / / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2020. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2020. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter