Pubblicazioni del 08/24/15 (Archivio)

Doppio ratto di una sposa zingara provoca una maxi-rissa tra due clan / 150 zingari ubriachi si sono picchiati a un matrimonio
Archivio

Doppio ratto di una sposa zingara provoca una maxi-rissa tra due clan 150 zingari ubriachi si sono picchiati a un matrimonio

Alla grande hanno festeggiato un matrimonio gli zingari della regione di Astrachan'. La festa si è trasformata in una maxi-rissa tra due clan. Per sedare i disordini c'è voluto l'intervento non solo dei poliziotti, ma perfino delle teste di cuoio dei reparti anti-sommossa l'OMON (Unità Speciale della Polizia militarizzata).

La rissa è scoppiata nel tardo pomeriggio con il ratto della sposa, residente nel villaggio Morskoy, da parte dello sposo, residente nel piccolo villaggio Svobodny. I genitori della ragazza erano contrari a questo matrimonio e il rapimento della loro figlia ha causato una tempesta di indignazione. Cioè, prima c'era il ratto, e nel giorno del matrimonio erano già i parenti della ragazza ad averla rapita e portata a casa.

Dell'assenza della festeggiata si sono accorti già quando i parenti rapitori stavano per rientrare nel loro villaggio. Allora i parenti dello sposo ed i suoi amici al suo seguito hanno raggiunto il corteo con la ragazza, chiedendo di portarla indietro alla festa del matrimonio e benedire gli sposi da parte dei genitori.

I parenti della sposa e i loro consanguinei si sono rifiutati di farlo. A difesa della famiglia della sposa si è levato un intero clan degli zingari del loro villaggio. Nel frattempo, dal villaggio Svobodny stavano arrivando i nuovi rinforzi: appartenenti e affiliati al clan dello sposo, comprese le donne. La situazione si è arroventata.

Dai battibecchi sono passati alle mani, picchiandosi selvaggiamente a vicenda muro contro muro. La polizia, avvertita da alcuni abitanti della zona, è giunta sul posto, non riuscendo però a domare gli zingari inferociti. A quel punto sul posto sono arrivati anche sei camion carichi di poliziotti in assetto anti-sommossa dei reparti militarizzati dell'OMON. Oltre a loro sono arrivati anche i rinforzi della polizia regolare, in totale sul posto c'erano 70 gazzelle.

Autobus interi sono stati carichi di zingari rissosi che hanno opposto resistenza ai pubblici ufficiali. Tutti quanti sono stati portati al distretto di polizia provinciale. Secondo le forze dell'ordine, durante l'arresto addosso a uno degli zingari è stata trovata un'arma da fuoco.

Secondo quanto riportato dai mass media russi, in seguito all'incidente non ci sono stati feriti gravi.

Astrachan', Zoja Oskolkova

© 2015, «New Day – Italia»

Rubriche

/ / / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2020. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2020. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter