Pubblicazioni del 03/31/15 (Archivio)

Vecchie tombe? Anche loro potranno essere riciclate
Archivio

Vecchie tombe? Anche loro potranno essere riciclate

Farà discutere il progetto di legge proposto dal Ministero delle Costruzioni della Federazione Russa, che prevede la cremazione dei resti che giacciono in tombe abbandonate. Verranno istituite, in ogni regione della Russia, apposite commissioni che si occuperanno della ricerca di sepolture trascurate all'interno dei cimiteri. Secondo il Ministero, questa operazione si rende necessaria in quanto, come riportano le «Izvestija», in Russia gli ettari occupati da tombe dimenticate vanno dai 18.000 ai 25.000. I resti verranno cremati per far posto a nuove sepolture. La procedura dovrebbe essere la seguente: la commissione speciale riconosce la tomba come «abbandonata» e ne dà comunicazione alle autorità locali che, a loro volta, inviano la richiesta di procedere al tribunale il quale, per autorizzare l'operazione di «riciclaggio», dovrà pervenire alle stesse conclusioni della commissione. Ma cosa ne sarà dei resti cremati, in assenza di parenti, o nel caso non si reperiscano informazioni sul defunto? Si propone di metterle, insieme alle altre, in una speciale «tomba delle ceneri non reclamate». I resti che non sarà possibile cremare verranno di nuovo seppelliti. Le commissioni, quindi, si assumeranno una responsabilità non indifferente: assegnare ad una tomba «in condizioni non idonee e di trascuratezza» lo status di abbandonata. Se il progetto verrà messo in essere, questa disposizione riguarderà tutte le tombe, fatta eccezione per quelle che vantano un monumento funebre e quelle dei memoriali o dei cimiteri militari.

Si tratta di una proposta che lascia perplessi, soprattutto considerando l'enorme entità di terra e terreni vantata dal Paese il quale, in virtù di ciò, non difetta certo di spazio da destinare a nuove tombe e a nuovi cimiteri; forse non vale la pena di disturbare il riposo di persone che sono comunque esistite la cui memoria rischia di scomparire per sempre.

Mosca, Zoja Oskolkova, Chiara Caccialanza

© 2015, «New Day – Italia»

Rubriche

/ / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2020. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2020. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter