Pubblicazioni del 09/22/16 (Archivio)

In Estremo Oriente russo trovati i rottami di un aereo da ricognizione / L'apparecchio è precipitato durante la Seconda guerra mondiale
Archivio

In Estremo Oriente russo trovati i rottami di un aereo da ricognizione L'apparecchio è precipitato durante la Seconda guerra mondiale

I rottami di un aereo da ricognizione dei tempi della Seconda guerra mondiale Douglas DB-7 Boston e i resti di un paracadute sono stati rinvenuti nell'Estremo Oriente russo.

Il luogo dell'incidente aereo è stato scoperto nelle vicinanze del villaggio Novorossija, nella regione del Primor'e. Del velivolo sono rimaste parti della strumentazione radio, dei dischi delle ruote del carrello, dei motori Wright R-2600 e una gran quantità di piccoli frammenti della struttura le cui misure non superano i 30x30 cm. I rottami dell'aereo sono dispersi lungo una striscia di circa 100 metri.

Sebbene i frammenti più grossi dell'aereo siano stati probabilmente portati via per essere riutilizzati come ferraglia, agli esploratori è riuscito di identificare il tipo di velivolo dai dettagli ritrovati e dal calibro degli armamenti. Le operazioni sul luogo del ritrovamento proseguono e si cercano di accertare le circostanze dell'incidente e i nomi dei membri dell'equipaggio.

Gli aerei da ricognizione DB-7 Boston ‒ uno dei modelli modificati degli A-20 Havoc ‒ venivano forniti dagli Stati uniti all'Urss con la «legge affitti e prestiti» negli anni della Seconda guerra mondiale. In tutto l'Unione Sovietica ricevette più di tremila A-20 di diversi modelli modificati.

Aggiungiamo che negli anni tra il 1930 e il 1940 nella regione del Primor'e fu dislocato un gran numero di stormi dell'aviazione sovietica. I piloti dovettero imparare a manovrare quei modelli perfezionati di velivoli, studiare la complessa orografia della zona e le capricciose condizioni meteorologiche. Proprio i rilievi e il tempo variabile erano spesso causa di morte degli equipaggi. Nei soli ultimi anni, i membri delle spedizioni di ricerca hanno potuto rinvenire nella regione del Primor'e più di 40 aerei precipitati in diversi anni e identificare i nomi di più di 400 militari caduti della Flotta sovietica dell'Oceano Pacifico.

Vladivostok, Zoja Oskolkova

© 2016, «New Day – Italia»

Tags

Rubriche

/ / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2020. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2020. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter