■■■

Gialli e misteri

■■■■■■■■■

Pubblicazioni del 10/23/15 (Archivio)

Una scrittrice svizzera accusa di menzogne la premio Nobel Svetlana Aleksievič / Avrebbe infamato la tragedia del Donbass
Archivio

Una scrittrice svizzera accusa di menzogne la premio Nobel Svetlana Aleksievič Avrebbe infamato la tragedia del Donbass

La scrittrice svizzera Ellen Richard-Favre ha accusato la vincitrice del premio Nobel 2015 per la letteratura, Svetlana Aleksievič, di una grave distorsione del conflitto ucraino nel Donbass.

La Richard-Favre ha esposto i suoi rimproveri ad Aleksievič in una lettera aperta pubblicata sul sito dell'edizione online del quotidiano locale «Tribune de Genève». La lettera è stata pubblicata dopo la conferenza stampa di Aleksievič tenuta a Minsk, nel corso della quale la scrittrice bielorussa ha fatto una serie di dichiarazioni politiche a favore di Kiev.

«Signora Svetlana Aleksievič, nel Donbass, citato durante la Sua conferenza stampa, la 24enne Lilia ha perso una gamba quando stava coprendo con il suo corpo il figlio di 11 mesi. L'autobus, a bordo del quale stavano viaggiando, è stato colpito da una bomba, e lei l'ha fatto d'istinto. Questo e molti altri casi simili di distruzione delle abitazioni civili ed assassinio di intere famiglie nel Donbass è il risultato della politica dell'attuale governo ucraino, sostenuto dall'Occidente» – ha scritto Ellen Richard-Favre.

La scrittrice svizzera ha sottolineato che il tragico incidente descritto non è l'unico. «Il caso di Lilia non è l'unico, e spero che Lei non possa semplicemente ignorarlo. Tutti gli scrittori scelgono i temi su cui scrivere. La Sua scelta le ha portato l'ammirazione del pubblico. Una volta però, dopo aver messo in primo piano della sua creatività la lotta contro le menzogne, come può Lei affermare che in Russia l'86% della popolazione sono contenti della morte della gente nel Donbass? Le Sue false dichiarazioni meritano solo disprezzo» – ha concluso Richard-Favre.

I lettori del «Tribune de Genève» hanno commentato con indignazione la lettera aperta, uno di loro ha perfino definito «bastardi falsi senza coscienza» i responsabili dell'assegnazione del premio Nobel a Svetlana Aleksievič.

Ellen Richard-Favre è dipendente dell'Università di Ginevra e autore di diversi libri. La scrittrice svizzera ha una buona padronanza della lingua russa e visita spesso la Russia, i mass media occidentali pubblicano le sue opinioni in veste di esperto di relazioni russo-ucraine.

Ricordiamo, che la scrittrice bielorussa Svetlana Aleksievič è stata insignita del premio Nobel 2015 per la letteratura. Questo avvenimento ha causato una reazione ambigua da parte dei suoi colleghi. Inoltre, i leader politici russi, bielorussi e ucraini hanno attribuito la sua vittoria al proprio paese.

Ginevra, Zoja Oskolkova

© 2015, «New Day – Italia»

Tags

Rubriche

/ / / / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2018. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2018. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter