■■■

Cultura e religione

■■■■■■■■■

Pubblicazioni del 04/25/16 (Archivio)

Il famoso Museo dell'Ermitage cerca casa per i suoi leggendari gatti
Archivio

Il famoso Museo dell'Ermitage cerca casa per i suoi leggendari gatti

Il Museo artistico e storico-culturale dell'Ermitage di San Pietroburgo ha annunciato che sta cercando le famiglie disposte ad accogliere i suoi gatti. Tuttavia, questa volta il personale del complesso museale ha inasprito i requisiti per i futuri padroni.

Secondo le ultime stime, nei sotterranei dell'Ermitage vivono settanta gatti. Questi animali erano sempre l'immancabile attributo del Palazzo d'Inverno fin dall'inizio della sua costruzione. I gatti avevano la residenza a pieno titolo nell'Ermitage nel corso della guerra con Napoleone, dopo la rivoluzione e nell'era sovietica, ma durante i 900 giorni dell'assedio di Leningrado dalle truppe nazifasciste morirono di fame, perciò il Palazzo d'Inverno brulicava letteralmente di roditori. Nel secondo dopoguerra, a Leningrado sono stati portati cinquemila gatti, alcuni dei quali sistemati nell'Ermitage. Ben presto i roditori sono spariti.

Il prestigioso quotidiano britannico The Telegraph ha incluso i gatti dell'Ermitage nella classifica delle cose più curiose del mondo. Ora, ogni anno a maggio si festeggia la Giornata del gatto dell'Ermitage. Quest'anno, la distribuzione dei gatti è stata fissata per la «Notte dei Musei», quando l'Ermitage apre le sue porte ai visitatori per tutta la notte.

Tuttavia, per coloro che hanno deciso di accogliere un micio del museo ora sono in vigore le nuove, più rigide, regole. Inoltre, che questa volta verranno distribuiti solo gatti di colore nero o bianco e nero, il personale del complesso museale deve essere certo che l'animale sia affidato alle persone adatte.

Secondo gli addetti del museo, spesso i futuri padroni vogliono portare il gatto in una casa di campagna, dove l'animale muore alla fine dell'estate, abbandonato alla propria sorte dopo il ritorno dei padroni nel luogo della residenza abituale in città. «Non possiamo affidare a queste persone il principale patrimonio dell'Ermitage», – ha detto la vicedirettrice del museo e la portavoce dei gatti dell'Ermitage Maria Haltunen.

San Pietroburgo, Ekaterina Rudnik

© 2016, «New Day – Italia»

Tags

Rubriche

/ / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2018. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2018. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter