Pubblicazioni del 02/24/16 (Archivio)

La Russia cita in giudizio l'Ucraina presso l'Alta Corte di Londra / Chiedendo il rimborso del prestito sovrano di 3 miliardi di dollari concesso nel 2013
Archivio

La Russia cita in giudizio l'Ucraina presso l'Alta Corte di Londra Chiedendo il rimborso del prestito sovrano di 3 miliardi di dollari concesso nel 2013

La Russia ha perso ogni speranza di raggiungere un accordo con il governo di Kiev sul prestito sovrano concesso all'Ucraina nel 2013 e soggetto al rimborso entro il 2015. Pertanto la Federazione Russa deciso di depositare la denuncia contro l'Ucraina presso l'Alta Corte di Londra per recuperare il prestito obbligazionario (eurobond) dal valore nominale di 3 miliardi di dollari. L'Ucraina si rifiuta di riconoscere il prestito come sovrano, considerandolo una tangente all'ex presidente Viktor Yanukovych caduto in disgrazia, deposto e ora esiliato in Russia.

L'ha dichiarato il ministro delle Finanze della Federazione Russa Anton Siluanov. Secondo il ministro, la Russia ha più volte manifestato la sua disponibilità a discutere la possibilità di un accordo bilaterale per risolvere gli obblighi finanziari di Kiev nei confronti di Mosca. Purtroppo l'Ucraina non è mai stata propensa a trattare con spirito di «buona volontà».

Anche i rappresentanti del Fondo monetario internazionale (FMI) hanno già confermato che il debito dell'Ucraina nei confronti della Federazione Russa è sovrano e non privato (commerciale). Tuttavia, nonostante la dichiarazione del FMI, l'Ucraina si ostina a non riconoscere il debito pubblico, avendo introdotto una moratoria sul suo rimborso.

Inoltre, Kiev ha l'intenzione di dimostrare all'Alta Corte londinese che il prestito concesso dalla Russia già nel 2013 era una tangente all'allora presidente dell'Ucraina Viktor Yanukovych. L'ha annunciato il ministro degli affari esteri dell'Ucraina Pavel Klimkin.

La comunità degli esperti è divisa in due campi.

Il primo sostiene che Kiev potrebbe avere buone probabilità di dimostrare la legittimità del mancato pagamento. In particolare, la difesa dell'Ucraina in tribunale può contare sulla dottrina di «ostruzione» e sulla dottrina di «impossibilità». In primo luogo, le autorità ucraine possono dimostrare il fatto che il mancato pagamento del debito verso la Russia è stato provocato dalla Russia stessa, che ha annesso una parte del territorio ucraino (Crimea) e ha destabilizzato l'economia ucraina. In secondo luogo, la Corte è teoricamente in grado di liberare l'Ucraina dall'obbligo di pagare sulla base del fatto, che già dopo la conclusione dell'accordo di concessione del debito si è verificato un cambiamento fondamentale delle circostanze: tra le parti sono scoppiate le ostilità.

Il secondo campo ritiene che l'Ucraina non abbia alcuna chance di vincere in tribunale, poiché l'Ucraina è ora in default su questo debito, considerato sovrano da autorevoli istituzioni finanziarie internazionali. La posizione di Kiev sarà effettivamente ridotta al fatto che «la Russia è cattiva, ha prestato i soldi in cambio degli eurobond al precedente regime corrotto, quindi non dobbiamo pagare». Tuttavia, secondo gli esperti, questi argomenti sono «politici e banali» e non hanno validità giuridica.

Mosca – Kiev – Londra, Ekaterina Rudnik

© 2016, «New Day – Italia»

Tags

/ / /

Rubriche

/ / / / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2020. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2020. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter