Pubblicazioni del 02/14/17 (Archivio)

In Russia le compagnie straniere potranno accedere alle commesse di stato / Il governo della Federazione russa introduce le regole del WTO
Archivio

In Russia le compagnie straniere potranno accedere alle commesse di stato Il governo della Federazione russa introduce le regole del WTO

La Russia è in procinto di aderire all'accordo sulle commesse di stato dell'Organizzazione mondiale del commercio (WTO). Secondo le norme, ai bandi di concorso indetti dalle strutture statali russe potranno partecipare anche gli stranieri e il committente non avrà il diritto di dare la sua preferenza ai produttori nazionali.

La proposta di adesione della Russia all'accordo sulle commesse statali del WTO è stata preparata dal ministero dello Sviluppo economico della Federazione russa e trasmessa al governo, scrive il giornale «Izvestija». Per poter trasmettere il documento alla sede centrale del WTO, esso dev'essere ancora approvato da cinque enti nazionali.

L'accordo sulle commesse statali del WTO prevede il divieto di favorire i produttori o fornitori di merci e servizi nazionali. Il «principio di non discriminazione» sottintende un'assoluta parità di diritti dei partecipanti stranieri alle gare d'appalto rispetto a quelli nazionali. Il committente, nello stabilire le scadenze per la presentazione delle domande, deve inoltre tenere conto del tempo necessario per trasmettere i documenti dall'estero.

Attualmente le leggi russe proibiscono agli stranieri di partecipare alle gare d'appalto statali nei settori della produzione automobilistica, dell'alimentazione, del software, se le compagnie nazionali sono in grado di proporre un'alternativa. In fase di discussione si trova poi il divieto di acquistare mobili all'estero, ma contro l'iniziativa si è pronunciata l'autorità federale antimonopolio.

Gli esperti ritengono che il nuovo accordo possa avere effetti negativi sulla sostituzione delle importazioni. Annualmente vengono realizzate commesse di stato per circa 24 miliardi di euro. E se in questo mercato verranno ammesse le compagnie straniere, per i produttori nazionali sarà più difficile attuare la strategia della sostituzione delle importazioni. Tuttavia la Russia, aderendo al WTO, si è presa degli impegni ai quali non può venir meno.

In ogni caso l'accordo non riguarda le commesse statali nel campo della sicurezza nazionale, vale a dire che i fornitori stranieri non potranno equipaggiare i dicasteri militari e delle forze dell'ordine, con i quali viene stipulata la maggior parte dei contratti di stato.

A parte questo, gli esperti vedono nell'accordo anche alcuni vantaggi. L'alta concorrenza, per esempio, porta a un abbassamento dei prezzi e a un miglioramento della qualità, e di conseguenza a un risparmio delle risorse statali. Di contro, se gli stranieri si aggiudicheranno grossi contratti, questo porterà a una contrazione della produzione russa.

Mosca, Zoja Oskolkova

© 2017, «New Day – Italia»

Tags

/ /

Rubriche

/ / / / / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2020. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2020. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter