■■■

Economia e finanza

■■■■■■■■■

Pubblicazioni del 03/01/17 (Archivio)

Ai produttori di alcol sarà consentito non tener conto della certificazione statale russa
Archivio

Ai produttori di alcol sarà consentito non tener conto della certificazione statale russa

Il governo della Federazione russa è in procinto di adattare la legge sulla regolamentazione statale della produzione alcolica alle norme dell'Unione economica eurasiatica. In particolare, verrà eliminato il punto sull'applicazione obbligatoria delle certificazioni nazionali per la produzione di bevande alcoliche, la quale va contro i requisiti dell'Unione doganale.

L'emendamento alla legge «Sulla regolamentazione della produzione e della vendita di alcol etilico..." (Legge federale 171) è stato promosso dal ministero dello Sviluppo economico della Federazione russa. Lo riferisce il giornale «Izvestija» rifacendosi a quanto detto dal vicecapo dell'ente Oleg Fomičev. Quando le modifiche entreranno in vigore, i produttori di alcol potranno attenersi ai soli requisiti del regolamento tecnico dell'Unione doganale «Etichettatura della produzione alimentare», che non tiene conto delle caratteristiche qualitative della produzione ma solamente della sicurezza.

Attualmente le leggi russe prescrivono ai produttori e agli importatori di bevande alcoliche di attenersi tassativamente ai requisiti della Certificazione nazionale (GOST) e di indicare tutte le informazioni sull'etichetta del prodotto finito. Tuttavia nell'accordo dell'Unione economica eurasiatica si dice che le certificazioni di qualunque livello – internazionali, regionali e statali – possono essere applicate solamente su base volontaria. Laddove per la violazione delle norme sull'applicazione del GOST un produttore può venir privato della licenza e anche essere multato.

In primo luogo a causa dell'applicazione obbligatoria del GOST sono danneggiati gli importatori, in quanto essi mettono sul mercato una produzione conforme alle certificazioni nazionali di quei paesi dove è stata prodotta. E di sovente i requisiti delle certificazioni russe e d'importazione si contraddicono l'un l'altro. Di conseguenza parte delle certificazioni che hanno un carattere volontario per i partecipanti al mercato diventa obbligatoria, e a causa di questo i produttori e gli importatori di alcol possono venir multati per qualcosa che non sarebbero tenuti a fare, ha messo in evidenza Fomičev.

Nel caso che il requisito d'applicazione del GOST venga eliminato dalla legge federale, le bevande alcoliche dovranno essere conformi solamente ai requisiti del regolamento tecnico dell'Unione doganale «Sulla sicurezza della produzione alimentare». Anche se il documento contempla solamente i requisiti di sicurezza della merce e non tiene conto delle caratteristiche qualitative previste invece dal GOST.

Mosca, Zoja Oskolkova

© 2017, «New Day – Italia»

Tags

/

Rubriche

/ / / / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2018. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2018. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter