■■■

Economia e finanza

■■■■■■■■■

Pubblicazioni del 03/14/17 (Archivio)

L'Afghanistan ha chiesto a Mosca di ripristinare 124 impianti / In campo del patrocinio sul business russo
Foto: Kabul – Wikimapia
Archivio

L'Afghanistan ha chiesto a Mosca di ripristinare 124 impianti In campo del patrocinio sul business russo

Le autorità dell'Afghanistan hanno chiesto a Mosca di sostenere economicamente il loro paese. Nella lista degli interventi di recupero ci sono 124 impianti. In cambio Kabul promette di patrocinare il business russo a livello del presidente Ashraf Ghani. Con la riduzione della presenza militare della NATO nel paese e la mancanza d'interesse per la regione da parte del nuovo presidente degli USA Donald Trump Kabul cerca nuovi partner.

Come scrive il giornale «Izvestija» rifacendosi all'ente diplomatico afghano, Kabul promette il completo sostegno al business russo, facendo notare come il processo di intensificazione delle relazioni economiche stia già prendendo piede. «Molte strutture in Afghanistan sono state costruite da specialisti sovietici e potrebbero venir ristrutturate dalla Russia. Sono 100, per essere precisi 124» – ha raccontato l'addetto alle questioni economico-commerciali dell'ambasciata afghana a Mosca Mohammad Kasem.

Kasem ha poi sottolineato come le questioni del ripristino degli impianti nel paese siano già state affrontate con la parte russa. E come il presidente dell'Afghanistan Ashraf Ghani sostenga il rafforzamento della presenza economica russa. Per questo è stato creato il Consiglio economico supremo sotto la guida del capo dello stato.

Secondo il parere degli esperti la questione degli investimenti su vasta scale nell'economia afghana è piuttosto complessa. Negli ultimi anni la Russia ha proposto più di una volta ai partner occidentali che hanno contingenti militari in Afghanistan dei progetti d'investimento congiunti. Ma ha sempre ricevuto un rifiuto. E di rimettere in piedi l'Afghanistan non è nelle forze di un solo paese.

A loro volta gli esperti militari ritengono che l'aumento dell'interesse per un'interazione con Mosca lo si possa spiegare con il ritiro delle truppe USA e la diminuzione del sostegno finanziario all'Afghanistan. I politologi sono altresì convinti che la Russia continuerà a recare un aiuto limitato ai partner afghani a causa dell'instabilità della regione.

Gli osservatori fanno anche notare come l'attivismo dei gruppi radicali in Afghanistan rappresenti una minaccia per la sicurezza nazionale russa. Per questo Mosca non rinuncerà a cooperare con Kabul. Le questioni della cooperazione in campo economico sono in discussione da tempo, tuttavia solamente ora esse acquisiscono tratti più concreti. Nondimeno, a causa del basso livello di sicurezza la Russia non si metterà a investire su vasta scala nell'economia dell'Afghanistan.

Ricordiamo che il conflitto in Afghanistan va avanti dal 2001. Allora per la lotta contro Al Qaeda e i Talebani (organizzazioni entrambe proibite nella Federazione russa) nel paese venne introdotto un contingente militare di molte migliaia di soldati USA e NATO. Negli ultimi anni la presenza americana ed europea si va riducendo, di pari passo agli aiuti economici all'Afghanistan. Di contro va crescendo l'attività dei gruppi terroristici, in particolare dello Stato islamico (ISIS, proibito in Russia). Il nuovo presidente degli USA Donald Trump per il momento non mostra particolare interesse per la «missione afghana», fatto che desta la preoccupazione di Kabul.

Kabul – Mosca, Ivan Gridin

© 2017, «New Day – Italia»

Tags

Rubriche

/ / / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2018. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2018. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter