■■■

Economia e finanza

■■■■■■■■■

Pubblicazioni del 03/17/17 (Archivio)

Le importazioni di formaggio in Russia si sono ridotte della metà / Lo si spiega con l'aumento della produzione nazionale
Foto: nabludatel.net
Archivio

Le importazioni di formaggio in Russia si sono ridotte della metà Lo si spiega con l'aumento della produzione nazionale

Dai dati della dogana risulta che le importazioni di formaggi dall'estero in Russia nell'ultimo anno si sono quasi dimezzate. Allo stesso tempo è quasi raddoppiata l'importazione di burro e di latte in polvere. Gli esperti ritengono tali risultati logici, facendo presente che per tutto il 2016 la produzione di burro nel paese è caduta mentre il suo prezzo è aumentato. Il volume dei formaggi di produzione russa ha invece cominciato a crescere sensibilmente.

Nei primi due mesi dell'anno in corso le forniture di formaggio dall'estero nella Federazione russa sono state di 2,4 mila tonnellate, vale a dire 1,9 volte meno rispetto allo stesso periodo del 2016. Gli esperti vedono due motivi in tale cambiamento di rotta: la diminuzione del benessere dei consumatori e, di conseguenza, la caduta delle vendite dei formaggi costosi d'importazione, oltre alla crescita della produzione nazionale.

Il formaggio proveniente dagli stati che sono finiti sotto l'embargo alimentare introdotto dalla Russia in risposta alle sanzioni è stato compensato nel 2015-2016 dalla produzione interna. Attualmente i produttori caseari, che si erano affacciati sul mercato l'anno scorso, stanno dimostrando tutta la loro capacità produttiva.

Nel settore dei formaggi freschi la sostituzione delle importazioni è avvenuta. Un ruolo relativamente importante in questo caso l'hanno avuto i produttori caseari bielorussi e serbi, ma entro qualche anno, ad esempio nel «settore italiano» (mascarpone, ricotta, mozzarella e mozzarella per pizza) la produzione russa dovrebbe essere in grado di ridurre al minimo la quantità di prodotti caseari importati sugli scaffali, ritengono gli analisti di mercato.

A loro volta gli esperti consigliano ai produttori russi di concentrarsi sulla sostituzione delle importazioni dei formaggi di qualità. In caso contrario l'abrogazione delle sanzioni potrebbe danneggiare quei produttori che non saranno riusciti a portare la loro produzione al livello necessario e non avranno creato dei brand riconosciuti dai consumatori.

Mosca, Zoja Oskolkova

© 2017, «New Day – Italia»

Tags

/

Rubriche

/ / / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2018. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2018. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter