■■■

Economia e finanza

■■■■■■■■■

Pubblicazioni del 04/07/17 (Archivio)

In Russia i possessori di carte di credito hanno escogitato un modo economico per prelevare contanti / Il nuovo schema è stato scoperto nei banchi dei pegni
Archivio

In Russia i possessori di carte di credito hanno escogitato un modo economico per prelevare contanti Il nuovo schema è stato scoperto nei banchi dei pegni

In Russia i proprietari di carte di credito hanno escogitato un nuovo metodo per prelevare contanti. Essi danno nei banchi dei pegni articoli di gioielleria e poi a breve li riscattano servendosi delle carte di credito. Di conseguenza ci perdono i proprietari dei banchi dei pegni, mentre i clienti delle banche risparmiano sul prelievo di contanti.

Il nuovo schema di prelievo dei contanti è stato scoperto dai titolari dei banchi dei pegni. Secondo loro, alcuni cittadini intraprendenti danno in pegno i loro gioielli e li riscattano subito dopo, pagando con la carta di credito. In questo caso il tasso medio è dello 0,3-0,4% al giorno, mentre per prelevare i contanti con la carta di credito le banche prendono dall'1 al 5%, scrive il giornale «Vedomosti». Questo tipo di operazioni nei bancomat sono inoltre soggette a dei limiti giornalieri, mentre i banchi dei pegni possono dare qualunque somma a seconda del valore degli oggetti impegnati.

Di regola con questo schema vengono impegnati articoli preziosi d'oro con grosse pietre preziose per un valore di alcune migliaia di euro. I banchi dei pegni non sono in realtà interessati a operazioni a così breve termine, essendo soggetti a spese supplementari. Nello specifico, le spese dei banchi dei pegni per il prelievo di contanti e le commissioni di acquiring possono arrivare al 3%. Formalmente essi non hanno però motivi per poter rifiutare tali operazioni e di conseguenza riportano delle perdite.

I proprietari dei banchi dei pegni sperano che le autorità di controllo s'interessino a tale metodo e stanno già facendo degli elenchi dei clienti sospetti. Per lottare contro questo fenomeno, a detta dei grandi protagonisti del mercato, dovrebbero bastare degli emendamenti alla legislazione antiriciclaggio che consentano ai banchi dei pegni di rifiutarsi di servire i clienti sospettati di praticare operazioni equivoche di grossa portata che hanno poco senso a livello finanziario.

Nel frattempo alla Banca centrale della Federazione russa hanno dichiarato di essere al corrente dell'esistenza di questo schema ma di non vederci un gran problema in quanto, secondo le loro stime, si tratterebbe di somme relativamente basse, inferiori al milione e mezzo di euro al mese.

Mosca, Zoja Oskolkova

© 2017, «New Day – Italia»

Tags

Rubriche

/ / / / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2018. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: ndnews.it (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2018. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter