■■■

Editor's choice

■■■■■■■■■

Pubblicazioni del 09/17/15 (Archivio)

Il neolaureato ha attraversato in autostop metà della Russia (FOTO) / Partendo due mesi fa dal Don è arrivato al lago Bajkal
Archivio

Il neolaureato ha attraversato in autostop metà della Russia (FOTO) Partendo due mesi fa dal Don è arrivato al lago Bajkal

La vita dell'ex studente 22enne, Yegor Stalmakov era tranquilla e metodica. Tuttavia, dopo aver studiato per cinque anni presso l'università, il ragazzo si è reso conto che c'era qualcosa che gli mancasse, e già il giorno dopo la laurea ha deciso di intraprendere un viaggio, probabilmente il più emozionante della sua vita.

Yegor ha tracciato il percorso, i punti principali sono stati la leggendaria San Pietroburgo, la capitale della Russia Mosca, e il lago Bajkal, cioè l'isola Olkhon, dove non c'è né telefonia mobile, né troppa gente, né ingorghi e né altri «benefici» della civiltà. Lo studente ha preso la decisione di fare il viaggio quasi spontaneamente. Nello zaino ha messo solo un cambio di vestiti, le scarpe, un po' di cibo, quattromila rubli (circa 50 euro) e una fotocamera digitale.

New Day: Il neolaureato ha attraversato in autostop met&224; della Russia

Ecco il percorso che ha tracciato Yegor prima di partire per il viaggio

Il ragazzo ha deciso di pubblicare in rete il rapporto delle sue avventure a ogni tappa del suo viaggio, che erano davvero tante durante il suo percorso, perché ha scelto di raggiungere il lago Bajkal non con comodi aerei e treni, ma con l'autostop.

New Day: Il neolaureato ha attraversato in autostop met&224; della Russia

Yegor durante il suo viaggio verso il lago Bajkal

Il percorso di Yegor è davvero impressionante: Mosca, San Pietroburgo, Yaroslavl', Nižnij Novgorod, Kazan', Perm', Ekaterinburgo, Tjumen', Omsk, Novosibirsk, Krasnojarsk, Irkutsk. In totale sono nove mila chilometri. Il viaggio è durato due mesi. Quando a lui hanno chiesto dove dormiva tutto questo tempo, il ragazzo ha risposto con un sorriso, che ora nei social network c'è una grande comunità di appassionati di viaggiare in autostop, dove le persone sono alla ricerca di compagni di viaggio, e quelli che ora non sono in viaggio, sono felici di ospitare a casa loro gli altri viaggiatori.

New Day: Il neolaureato ha attraversato in autostop met&224; della Russia

Il primo punto del viaggio è Mosca

L'ex studente ha detto che aveva deciso di andare in autostop non a causa della mancanza dei soldi, ma perché voleva comunicare con la gente, visitare la maggior parte delle principali città del paese, conoscere la cultura e le tradizioni di ciascuna regione. Così Yegor ha scoperto che i russi sono molto più accoglienti di quanto potesse immaginare. Spesso gli autisti, che gli davano un passaggio, offrivano da mangiare al ragazzo e portavano lui direttamente sul posto. Con alcuni mantiene i contatti finora. C'era, per esempio, un tassista, già impegnato con i passeggeri, che non poteva far salire sull'auto il ragazzo, ma si è fermato e ha comprato a Yegor da mangiare e il caffè.

New Day: Il neolaureato ha attraversato in autostop met&224; della Russia

Nižnij Novgorod

Tuttavia, a volte Yegor doveva passare la notte in tenda. Lungo tutto il percorso lui si collegava a Internet, fotografava i monumenti e paesaggi affascinanti, così come le persone che lo hanno aiutato.

New Day: Il neolaureato ha attraversato in autostop met&224; della Russia

Questo panorama l'ha osservato quasi per un'intera giornata, non sono passate più di 20 auto

Il residente a Rostov ha raggiunto il suo obiettivo finale (Olkhon) a fine agosto. Dopo aver realizzato il suo sogno, ha pubblicato in rete le foto di questo luogo magico e con la tristezza nel cuore e il senso della nostalgia è tornato a casa, questa volta però in aereo.

New Day: Il neolaureato ha attraversato in autostop met&224; della Russia

Yegor sul lago Bajkal

«Sono sicuro che questo non è il mio ultimo viaggio in questo modo – ha ammesso Yegor, – come si dice, nessuno torna indietro al punto di partenza. Questo mare di nuove conoscenze, un sacco di momenti difficili durante il viaggio, avendo superato i quali, cominci ad essere orgoglioso di te stesso e a capire che nella vita non esistono ostacoli insuperabili. Dopo aver visitato molte città russe, ora capisco meglio che abbiamo tante cose positive di cui essere fieri».

Fonte: «Komsomolskaya Pravda»

San Pietroburgo – Olkhon, Ekaterina Rudnik

© 2015, «New Day – Italia»

Tags

/ / / /

Rubriche

/ / / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2018. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2018. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter