Pubblicazioni del 10/31/16 (Archivio)

Il sito-killer ucraino «Paciere» intimorisce i politici italiani (FOTO) / «Rei» di aver visitato la Crimea
Archivio

Il sito-killer ucraino «Paciere» intimorisce i politici italiani (FOTO) «Rei» di aver visitato la Crimea

I dati personali del membro del consiglio comunale di Padova Marina Buffoni sono stati pubblicati sul sito ucraino «Pacificatore». La Buffoni ha visitato la Crimea con una delegazione di politici italiani in ottobre.

New Day: Il sito-killer ucraino Paciere intimorisce i politici italiani (FOTO)

Marina Buffoni

«Ora mi posso ritenere una «nemica di Kiev». Il mio nome, i miei dati e altre informazioni personali sono state pubblicate nella «lista nera»» ‒ ha scritto l'italiana sulla sua pagina Facebook. «Si tratta di un fatto molto grave, che limita la mia libertà personale e quella delle persone che mi stanno intorno. Ma non mi faccio certo intimorire» ‒ ha aggiunto la Buffoni.

New Day: Il sito-killer ucraino Paciere intimorisce i politici italiani (FOTO)

Il sito-killer ucraino «Paciere» è stato lanmciato nel 2014 e rappresenta su Internet il Centro d'indagine sui crimini contro i cardini della sicurezza nazionale dell'Ucraina, la pace, la sicurezza dei cittadini. Il sito contiene un data base di pubblico accesso con i dati personali di persone «ostili» raccolti con metodi illegali (hacking, fishing) e con mezzi d'intelligence da fonti accessibili e pubblicati senza il loro consenso. Queste persone, senz'alcun processo, vengono definite dagli autori della pagina «separatisti» o «agenti del Cremlino». In seguito alla pubblicazione su questo sito dei loro dati personali, indirizzo incluso, Oles' Buzina e Oleg Kalašnikov sono stati assassinati. Tra i partner e sponsor del portale (dal momento della sua apertura fino a maggio 2016) si contano il ministero degli Interni, il Servizio di sicurezza e altri dicasteri delle strutture armate dell'Ucraina.

Tra migliaia di giornalisti russi, statunitensi ed europei (AFP, Al Jazeera, Le Monde, BBC, Reuters, Forbes) inseriti nelle «liste di proscrizioni»ucraine figurano anche i nostri colleghi, oltre 20 giornalisti italiani, tra cui alcuni corrispondenti, inviati speciali e personale tecnico della RAI, un giornalista de la Repubblica, alcuni giornalisti di Corriere della sera, un giornalista di Libero e molti altri.

Per motivi dell'etica professionale non riproduciamo le generalità dei nostri colleghi italiani contenute nella banca dati ucraina e accessibili sul sito ucraino sopracitato, la cui presenza sul sito è stata comunque da noi debitamente verificata. Siamo in grado però di fornire le informazioni su richiesta dei direttori delle testate menzionate in questo articolo.

Nel maggio del 2016, le personalità e promotori del diritto internazionale si sono pronunciati per il divieto di simili pubblicazioni. Tale posizione è stata peraltro sostenuta dalla delegata per i diritti umani della Rada suprema dell'Ucraina Valerija Lutkovskaja.

Su pressione delle organizzazioni di diritto internazionali e mass media glòobali sul sito era stato pubblicato un comunicato secondo il quale sarebbe stato chiuso. Ma nonostante questo tutte le informazioni in esso contenute verranno conservate e, come promesso dal consigliere del capo del ministero degli Interni Zorjan Škirjak, pubblicate con accesso pubblico anche su altri siti.

Il 19 maggio 2016 il sito ha ripreso a funzionare, e il 20 maggio ha pubblicato l'elenco aggiornato dei giornalisti accreditati dalle autorità dell'autoproclamatasi Repubblica popolare di Doneck.

In precedenza le autorità ucraine hanno minacciato il procedimento penale a carico dell'ex premier italiano Silvio Berlusconi per la sua visita in Crimea.

Ora invece le minacce degli estremisti, sostenuti e sponsorizzati dal governo e dai servizi ucraini, si sono allaragati a una vasta platea dei politici e delle personalità pubbliche italiane.

Kiev-Sinferopoli-Padova, Elena Gavrina

© 2016, «New Day – Italia»

Tags

/ / /

Rubriche

/ / / / Ultim'ora

© «Agenzia giornalistica russa «New Day»». Versione 5.0, agosto 2004-2020. Informazioni
Agenzia giornalistica russa «New Day» registrata dal Servizio federale di telecomunicazioni, tecnologie informatiche e mass media della Federazione Russa. Certificato di registrazione dei mass media: EL № FS 77 - 61044 del 5 marzo 2015.
Fondatore: «New Day» S.r.l., indirizzo di redazione: 620014, città di Ekaterinburgo, via Radišev, pal.6, scala «А», uff. 906.
La redazione dell'«Agenzia giornalistica russa «New Day»» declina ogni responsabilità per il contenuto degli annunci pubblicitari. La redazione non fornisce informazioni.

Telefono: +7 (499) 136-80-96. E-mail: urfoorg (chiocciola) gmail.com
La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione di tutto il materiale contenuto in questo sito richiedono obbligatoriamente il riferimento all'«Agenzia giornalistica russa «New Day»».
Il prodotto informativo è destinato alle persone di età +18 anni
© 2004-2020. Concetto, disegno, HTML, CSS, Scripts

Рейтинг@Mail.ru Яндекс.Метрика Flag Counter
© New Day
Loading...
Flag Counter